3 Fugaku su New York- racconto di storia alternativa

fugaku111 3 Fugaku su New York- racconto di storia alternativa

 

16 gennaio 1946 Fugaku partono da Manila (Filippine) mentre il Giappone opera una controffensiva contro Russi ed Americani. Tre di essi hanno come obbiettivo  San Francisco , gli altri tre New York. I tre Fugaku diretti a New York volano a 15000 metri e giungono sull’obbiettivo nel pomeriggio del 17 . A 50 chilometri dall’obbiettivo i tre Fugaku si abbassano sino 3000 metri .Dopo 10 minuti sono sui loro obbiettivi : 30 navi vengono affondati, decine di edifici distrutti . New York è colpita nel cuore : 50.000 persone perdono la vita sotto i bombardamenti, altri 4500 sono ferite in modo grave, 150.000 sono senza tetto. La maggior parte dei morti e dei danni viene compiuta dalle ripetute esplosioni delle navi colpite nel porto e dagli incendi che ne scaturiscono. I tre Fugaku giungono a Parigi il 18 e i 18 uomini di equipaggio vengono accolti con clamore dalle autorità del Terzo Reich. Nonostante la distruzione di Wall-Street  e l’apparente vittoria, l’Asse sta perdendo pian piano la sua guerra.
(cronaca da un cinegiornale)

europa 1920 alternativo

europa1920alt europa 1920 alternativo

In questo ipotetico scenario le truppe bolscheviche sono state sconfitte dalle armate bianche supportate dagli alleati e paesi dell’ex- Potenze Centrali nonostante la sconfitta alle porte di Mosca e nel Caucaso. Tale scenario si ricollega alla seconda guerra mondiale alternativa su oceanodiparole.blogspot.com  dove, nel lato asiatico, dopo il protettorato della Corea e della Manciuria nel 1910 da parte del Giappone, nel 1919 quest’ultimo ottiene, con l’appoggio delle armate bianche, anche il protettorato della Mongolia.

Stany Zjednoczone Europy Wschodniej

unitedstatesofeasterneurope Stany Zjednoczone Europy Wschodniej

stato immaginario in seguito alla sconfitta dei bolscevichi !
In questo scenario che si ricollega al progetto  storia della seconda guerra mondiale alternativa su  http://oceanodiparole.blogspot.it/ , il movimento bianco viene sconfitto alle porte di Mosca e nel Caucaso ma riesce a tener testa in Ucraina e Bielorussia dove verranno inglobati nel neonato esercito federale . In questo scenario molti mezzi militari  degli eserciti Centrali e degli Alleati, specialmente quelli allestiti, per il ” Piano 1919″ , vengono utilizzati per contenere l’avanzata in Ucraina e Bielorussia da parte delle truppe bolscheviche. L’avanzata delle truppe bolscheviche viene fermata sul Dnepr  ( Battaglia del Dnepr 26 agosto – 30 settembre 1921) . L’armata rossa subì gravi perdite incluso il grave ferimento di Lev Trosky.